Humanity Star: un simbolo luminoso in cielo, promemoria per l'umanità...


Buona domenica a voi lettori. Oggi ci sono, l'influenza è passata... Per cui mi accingo a scrivere questo post domenicale.

La settimana scorsa, una società di lancio spaziale privata neozelandese Rocket Lab , ha lanciato in orbita dalla penisola di Māhia il suo razzo Electron Rocket Lab . Sotto molti aspetti questo è stato un grande esempio della nascente industria spaziale e degli sviluppi innovativi che avvengono nella tecnologia dei nano-satelliti, con un carico utile che includeva satelliti commerciali volti al monitoraggio meteorologico e al monitoraggio delle navi.

Tuttavia, quasi in gran segreto, sul retro del razzo è stato  messo in orbita una sfera a 65 facce altamente riflettente fabbricata in fibra di carbonio e larga circa un metro chiamata Humanity Star , progettata per essere "un simbolo luminoso e un promemoria per tutti sulla Terra riguardo al nostro fragile posto nell'universo".  Il globo è progettato per riflettere tanta luce dal sole sulla Terra che potrebbe essere uno dei più luminosi oggetti visibili nel cielo.

Humanity Star  orbita attorno alla Terra ogni 90 minuti in un'orbita polare, ad un'altezza di circa 500 chilometri sopra la superficie. A causa della sua superficie altamente riflettente, Rocket Lab può essere visto ad occhio nudo dalla superficie della Terra. La sua luminosità è stimata in circa magnitudo 7.0 in condizioni di visione ragionevoli ad una distanza di 1.000 chilometri. Verso ottobre, la sua orbita decadrà e il satellite si disintegrerà scendendo nell'atmosfera. Fino alla sua distruzione, la stella dell'umanità brillerà in modo così brillante che può essere vista dagli osservatori sulla terra. Sarà più visibile all'alba o al tramonto, creando un effetto che Rocket Lab ha paragonato ad  una "stella cadente luminosa lampeggiante".

Fonti; www.newsweek.com - blogs.scientificamerican.com

Immagine: qz.com